Bortoluzzi: “Piccola collezione di Composizioni e Serigrafie

Dal 27 marzo 2024 – Spazi espositivi Libreria Minerva – Via del Santo, 79 (PD)

Ferruccio Bortoluzzi può essere annoverato tra i più originali artisti del contesto del veneziano  del secondo Novecento e tra i principali animatori culturali del capoluogo veneto (basti citare la  fondazione del Centro di Unità della Cultura L’Arco nel 1945).

Artista di umili origini sociali e sostanzialmente autodidatta, Bortoluzzi espone per la prima volta nel 1943 presso la Fondazione Bevilacqua la Masa di Venezia. All’inizio del suo percorso artistico, Bortoluzzi si configura inizialmente come pittore di figura, paesaggio e interni. Questa prima  produzione è caratterizzata da un particolare ripiegamento interiore:  quasi un’aria cupa e un senso di inquietudine diffusi.

Nel primissimo dopoguerra si diploma all’Istituto d’Arte di Venezia, e successivamente ne diventa a sua volta insegnante. 

All’inizio degli anni ‘50 si trasferisce in Francia, partecipando al fervore dell’ambiente artistico culturale del dopoguerra, frequentando  artisti e intellettuali tra i quali Gino Severini. I temi del periodo veneziano vengono ora accantonati e lasciano posto a nuove rappresentazioni, prevalentemente di tipo religioso: una mutazione di temi d’interesse che prosegue anche nel decennio successivo e che si accompagnerà successivamente ad un cambiamento anche nelle tecniche espressive: Bortoluzzi sceglie infatti progressivamente di accostare la scultura alla pittura, dando così luce alle Composizioni, realizzate con materiali poveri e di recupero (tavole di legno, chiodi e ferri arrugginiti, corde ed anelli resi comunicanti). 

Negli anni ‘70, Bortoluzzi si accosta anche all’esplorazione della tecnica serigrafica. Infine partendo dalle Composizioni, riprende e rielabora i temi già espressi nel decennio precedente  e attraverso l’uso di fogli di carta strappati e bruciati, dà vita al ciclo delle Carte Bruciate. Si tratta di lavori di grandi forza espressiva, nei quali spicca un utilizzo e una lettura originalissime della carta, materia modificata e resa in qualche modo “nuova” dai processi di  combustione cui è stato sottoposta.

(a cura di Giulia Gennarelli)

Guarda tutte le opere disponibili di Ferruccio Bortoluzzi.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti per essere il primo a conoscere le offerte esclusive, le offerte speciali e le prossime collezioni

 

Payment Info